Al Settimo Cielo per il talento di Quelli di Grock

Condividi:

Ma quante persone di talento si lanciano ogni anno nel fantastico mondo del teatro? Domanda difficile alla quale rispondere in modo analitico. Non lo sappiamo precisamente, ma certo di belle sorprese, che ci facciano pensare che questo numero sia alto, ce ne sono sempre tante.

Stasera, ad esempio, abbiamo avuto la bella fortuna di assistere al saggio degli studenti del 3° anno di Quelli di Grock, cimentatisi nel bel testo “Settimo Cielo” di Caryl Churchill (titolo originale “Cloud Nine” del 1979).

Come anticipato nel programma di sala firmato da Gaddo Bagnoli (loro insegnante), con questo testo gli attori hanno avuto un compito alquanto difficile, dovendo portare in scena una “seria-comicità” (e noi aggiungeremmo “tragica-comicità”), spesso trattando temi drammatici profondi e difficili con farsa, impostazione caricaturale, teatro non-naturalistico, gioco degli equivoci e altro. Ci sembra evidente che, sotto la buona direzione dell’istruttore, gli attori abbiano lavorato e sperimentato molto per giungere alla rappresentazione di stasera e l’effetto sulla sala è stata la prova del buon lavoro svolto.

Il prodotto finale è assolutamente di tutto rispetto e meritevole di uno spettacolo teatrale professionale. Le risa (alle volte dal retrogusto amarognolo), ancor prima degli applausi, ne sono stati la conferma. Faremmo un torto al gruppo, che ci è sembrato ben assortito e in ottima sintonia gli uni con gli altri, menzionando chi si è distinto in modo particolare. Il talento è stato veramente ben distribuito. Bella anche la necessaria alternanza di più attori nei panni dello stesso personaggio, esigenza dovuta a causa del numero di studenti superiori rispetto ai personaggi del testo originale.

Vi consiglieremmo vivamente di andarlo a vedere, se non fosse già, giustamente, ‘SOLD OUT’. Vi possiamo quindi solamente suggerire di tenere presenti tutti i nomi degli attori, perché siamo certi che li rivedrete in altre interessanti performance di indubbia qualità in un prossimo futuro!

Bravi quindi Silvia Casciano, Andrea De Santis, Andrea Fassari, Marco Fragnelli, Paolo Lavana, Beatrice Maistro, Greta Milani, Alessandro Negri, Marina Pellegrino, Andrea Salierno, Giulia Sergi e Valeria Torresan.

Un grazie importante però va alla Scuola di Quelli di Grock, che comunque rimane una delle realtà teatrali più preziose per la città di Milano e non solo. Non ci fossero queste scuole dal grande carattere, il tanto talento intorno a noi non avrebbe mai modo di sbocciare così bene.

Deliziati da questa nuova bella sorpresa di talenti crescenti, possiamo solo sperare di rivederli spesso sui palchi intorno a noi e magari anche su quelli di Corti Teatrali.

#vivailtalento nel teatro e intorno a noi!

Comments ( 0 )

    Leave A Comment

    Your email address will not be published. Required fields are marked *